Project Description

Un’ antica serratura e la sua chiave non sono soltanto oggetti che servono a chiudere un cassetto o una porta, ma la storia e lo specchio dell’ingegno del fabbro costruttore e del periodo che rappresentano.

Il lavoro per renderle nuovamente funzionanti richiede pazienza e molta competenza nelle seguenti parti:

  • SERRATURA:
    studio e restauro delle sue parti (piastra, molla, chiavistello, boncinello, mostra, perno, riscontri, supporto della mostra)
  • CHIAVE:
    studio e restauro delle sue parti (testa, ghiera, asta, pettine, fronte, mappa degli intagli sul pettine)

Vengono restaurate qualsiasi tipo di chiave e serratura antiche, risalenti dal sec. XV fino al sec. XX, vengono ripristinati i meccanismi inceppati o guasti, effettuate saldature o saldobrasature delle parti mancanti o spezzate.

Tutto questo quando si vuole restaurare ad esempio un portone antico, sia quando semplicemente si vuole avere in casa oggetti pieni di fascino e storia.

Serrature, chiavi, cassaforti antiche, in questa Bottega non hanno segreti e trovano la loro clinica adeguata.

Analoghi lavori di restauro possono essere effettuati anche su maniglierie, di ottone, bronzo o ghisa.

Nel restauro di ferramenta in ottone vengono utilizzate saldobrasature con leghe speciali apposta per questi metalli.

La conservazione delle serrature antiche: sostituire un serratura rotta anziché ripararla vuol dire snaturare il mobile che stai restaurando.

Un mobile antico infatti è il risultato di molte competenze artigianali: il falegname, l’intarsiatore, il lucidatore e non ultimo il fabbro.

Anticamente la serratura aveva una funzione anche decorativa, Infatti era posta all’esterno del mobile. La serratura perde poi nel tempo ogni funzione decorativa e viene fissata all’interno del mobile. Nell’800 viene addirittura incassata a scomparsa nel legno.

Questo non significa che il lavoro del fabbro fosse meno importante. Una serratura ben costruita è un piccolo capolavoro destinato a durare nei secoli, ed esistono serrature di epoca romana che ancora funzionano!

Nel restauro dei mobili  ripariamo anche le serrature e ricostruiamo le chiavi per farle funzionare. Spesso sono interventi semplici, come ricostruire un perno o far scorrere il catenaccio. A volte più complesse, come riparare o sostituire una molla ma, una volta riparata la serratura può tornare a “lavorare” per altri cento anni.

Uno dei problemi del ferro e delle serrature antiche è la sua conservazione. Il ferro infatti per sua natura tende ad ossidarsi molto facilmente. Esistono antiche ricette di vernici a base di olio di lino cotto e grafite molto interessanti ma che comportano tempi di asciugatura molto lunghi.

Per proteggere il ferro dall’ossidazione, si usa un prodotto molto buono a base di grafite già pronto all’uso. E’ molto semplice da usare e dà ottimi risultati.